image322

Mèches e Colpi di Sole

Mèches e colpi di sole, quali sono le differenze? Voglia di cambiare colore ai capelli o semplicemente di renderli più luminosi per cambiare il proprio look? Ricorrere all’utilizzo di tinte o colorazioni permanenti può essere la soluzione perfetta seguendo alcuni accorgimenti. 

Ulteriori informazioni

Mèches e colpi di sole: le mèches

Con la colorazione parziale evitiamo di danneggiare i capelli creando comunque una sfumatura in grado di donare luminosità garantendo un effetto naturale.


Mèches e colpi di sole sono due tecniche completamente diverse che spesso vengono confuse. Qual è dunque la differenza tra mèches e colpi di sole? Entrambi hanno come obiettivo finale schiarire i capelli rendendoli più luminosi. Le mèches permettono di realizzare un gioco di colore e di tonalità. Per realizzare una mèche, l’hair stylist decolora le ciocche più grosse realizzando un effetto più marcato ottenendo così una sfumatura più decisa nel colore.


Le mèches sono molto più visibili rispetto ai colpi di sole. La decolorazione, inoltre, è un procedimento che può indebolire i capelli per questo è opportuno mantenerli forti e sani applicando un trattamento ristrutturante almeno una volta alla settimana. Nel caso usiate piastre e phon per la piega sarà importante usare un prodotto per proteggerli dal calore. Le mèches possono essere realizzate in tantissimi colori come il rosa, il blu, il verde, l’arancio, il bianco … possono essere inoltre realizzate secondo diverse tecniche, con la cuffia, lo shatush, mèches multitono.

image323

 Colpi di sole: a chi stanno bene

Quando fare i colpi di sole? In linea generale, sono perfetti per accendere e ravvivare tutte le chiome dal biondo al castano. L’importante è scegliere la tonalità giusta. La bellezza di questa tecnica è proprio il suo risultato naturale e se optate per un riflesso esageratamente chiaro o una nuance che non è in armonia con i vostri colori rischiate di ritrovarvi con uno spiacevole effetto parrucca multicolor.


Per evitare sorprese, basta osservare alcune semplici regole. Se siete biondo cenere, il vostro incarnato è perlato e avete gli occhi chiari, potete puntare sulle tonalità fredde. Al contrario, con un biondo oro, pelle color pesca, miele o caramello e occhi castani è meglio optare per delle nuance calde. In questo caso, è possibile valutare della sfumature ramate, che sono assolutamente da evitare se ricadete nella prima tipologia. Invece, per il biondo scuro e il castano chiaro, la scelta ideale sono dei colpi di sole tone sur tone.

In tutti i casi, il consiglio è di non discostarvi di più di due tonalità dalla vostra base.


Colpi di sole: ogni quanto?

I colpi di sole non richiedono la stessa manutenzione di una tinta tradizionale. In questo caso, la ricrescita è una terribile nemica. Invece, con la schiaritura e la tonalizzazione di alcune ciocche della chioma si ottiene un effetto naturale che la rende meno evidente. Ma detto questo, quanto durano?

Considerato che i capelli crescono da 1,5 a 2 cm al mese, l’ideale sarebbe rifare i colpi di sole ogni 3 mesi. Intervenire più spesso è sconsigliato, non solo perché gli agenti chimici utilizzati per effettuare la schiaritura stressano i capelli, ma anche perché il numero delle ciocche aumenta e si perde l’effetto naturale.


Colpi di sole tecniche: con cuffia o stagnola?

In senso stretto, la tecnica dei colpi di sole è una sola: quella con la stagnola. In questo caso, i capelli vengono divisi in ciocche sulle quali è applicato un decolorante a partire da pochi mm di distanza dalla radice fino alle punte. Ogni ciocca viene chiusa all’interno di una cartina di stagnola e lasciata in posa per circa 20 minuti. Scaduto il tempo, i capelli sono sciacquati e tonalizzati con un prodotto apposito. L’effetto è molto naturale e ricorda le schiariture del sole.


Comunemente, si definiscono colpi di sole anche anche quelli realizzati con la cuffia. Ma in realtà sarebbe più appropriato parlare di mèches. Il procedimento prevede che le ciocche di capelli siano fatte passare attraverso i buchi di una cuffia di silicone e poi vengano decolorate e lasciate in posa dentro a delle cartine di carta stagnola. L’impiego di queste ultime è ciò che trae in errore, ma il risultato è molto diverso, con un effetto netto e marcato.

 

Colpi di sole in gravidanza e allattamento

I colpi di sole durante la gravidanza e l’allattamento? Si possono fare. A patto di osservare alcune cautele. Diversamente dalla tinta, questa tecnica non prevede un contatto diretto tra il prodotto applicato e il cuoio capelluto e di conseguenza il passaggio di sostanze potenzialmente pericolose nel sangue e nel latte. Tuttavia, ci sono alcune buone norme da tenere presente.

Per prima cosa, è consigliabile non fare i colpi di sole nei primi 3 mesi di gestazione e poi è bene sottoporsi al trattamento in un locale ben areato. Come ulteriore precauzione, al fine di evitare il contatto casuale anche di minime quantità di prodotto con il cuoio capelluto, sarebbe meglio preferire la tecnica della cuffia a quella delle cartine e soprattutto affidarsi a mani esperte!

Contattaci

Scrivici.

O ancor meglio, vieni a vedere di persona.

Adoriamo i nostri clienti, quindi non esitare a venire a trovarci durante il normale orario di apertura.

NICE LOOK - centro estetico e parrucchieri Talenti, Montesacro, Bufalotta, Roma Nord

via Carlo Lorenzini 38, 00137 Roma Roma, Italy

3209591656